Vasca di lavaggio ad ultrasuoni

Applicazione.

Il lavaggio ad ultrasuoni ricopre un ruolo sempre più importante in diversi settori e in molte applicazioni di pulizia, dall’oreficeria al medicale, dalla tornitura e sgrassatura motori alla moderna industria. I metodi e le macchine tradizionali di lavaggio a spruzzo, a vapore, con prodotti abrasivi o acidi possono essere aiutate dall’utilizzo delle onde ultrasonore che garantiscono una pulizia uniforme di tutta la superficie, con una profonda penetrazione nelle zone e nei fori ciechi irraggiungibili delle sagome dei particolari meccanici da trattare.
La vasca ad ultrasuoni è impiegata con soddisfazione in: officine industriali, laboratori chimici, laboratori medici, ottici, orafi, elettronica ed elettrotecnica, officine di lavorazione dei metalli, reparti di produzione di componenti ad alta precisione, reparti di manutenzione e rimessaggio automazioni.

Principio di lavaggio ad ultrasuoni.

Il metodo di pulitura ad ultrasuoni consiste essenzialmente nella formazione, nella soluzione di lavaggio, di onde di pressione alternativamente alte e basse che ad una determinata serie di frequenze in risonanza danno origine a cavitazione e vibrazione, vale a dire alla formazione di milioni di bollicine microscopiche che implodono in prossimità dell’oggetto e a una forte microvibrazione, rimovendone le impurità anche in zone difficilmente raggiungibili dai sistemi tradizionali o con generatori a frequenza fissa. Per questo motivo il lavaggio ad ultrasuoni multifrequenza è particolarmente indicato per il lavaggio di oggetti che hanno geometria complessa, la cui pulitura a fondo risulterebbe problematica.

CARATTERISTICHE TECNICHE

La vasca ad ultrasuoni ha una struttura interamente realizzata in acciaio inox AISI 316 e dotata di trasduttori ad alto rendimento di potenza. I generatori a stato solido e i microprocessori di cui è dotata la macchina garantiscono una lunga durata nel tempo ed uniscono una elevata efficienza e maggiore sicurezza con un modesto consumo elettrico e di detergente acquoso.
La vasca ad ultrasuoni, a richiesta, è disponibile anche con dimensioni e caratteristiche diverse sino a volumi di duemila litri.
La vasca ad ultrasuoni è dotata di riscaldamento termostatato per l’impostazione della temperatura di lavaggio desiderata, temporizzatore per scegliere la durata del ciclo di pulitura, cestello e ganci portapezzi, coperchio inox, regolatore di pulsazione di potenza e frequenza, valvola a sfera di scarico del liquido.

Su richiesta le pulitrici ad ultrasuoni sono dotate di carico e scarico automatico, demineralizzatore elettronico, moduli e vasche per i cicli di risciacquo ad acqua, decapaggio a basso Ph e asciugatura con forno di asciugatura ad aria forzata.

MODALITÀ DI UTILIZZO

La vasca ad ultrasuoni è pronta ad operare.
Le indicazioni per l’uso sono le seguenti:

  • Riempire la vasca con acqua a temperatura ambiente.
  • Inserire la spina nella presa di corrente a 220 V o 380 V 50 Hz, a seconda delle istruzioni del manuale CE allegato alla macchina.
  • Regolare il termostato per il riscaldamento sulla temperatura desiderata.
  • Impostare il tempo di lavaggio o ruotare l’interruttore in ciclo continuo ON.

Procedere al lavaggio:

  1. immergere direttamente i pezzi nel cestello nella soluzione di acqua e detergente presente nella vasca.
  2. oppure immergere un recipiente in vetro contenente la soluzione di acqua e detersivo nella vasca riempita solo di acqua.
  3. Procedere al lavaggio tramite l’impostazione del tempo desiderato avendo cura, per ottenere un miglior risultato, di non appoggiare oggetti sul fondo.
  4. Spegnere gli ultrasuoni o attendere il fine tempo del timer ed estrarre il cesto con i pezzi lavati.
  5. Dopo decine di lavaggi il liquido si saturerà; rimuovere il liquido allorquando la temperatura del bagno lo consenta e immettere nuova acqua e detergente adatto al tipo di metalli o materiali da pulire.