Automazione


Automazione e Robots traslatori e sollevatori con apprendimento e logica programmabile intelligente

Automazione per impianti di lavaggio multiciclo con ultrasuoni e vasche modulari ad alta tecnologia di processo
sollevatore elettronico lavaggio pezzi La nostra azienda ha esperienza nella progettazione di robot e automazioni elettroniche – elettromeccaniche motorizzate che son oda installare negli impianti di lavaggio nei quali la complessità del ciclo e il numero di passaggi e immersione nei vari stadi e moduli con vasca.

Dal semplice portale con paranco a doppia velocità ci occupiamo di impianti con Robot con elettronica ad autoapprendimento logico, di motorizzazioni con encoders e con motori dedicati che consentono un posizionamento micrometrico sia dei singoli pezzi metallici che dei cestelli portapezzi che sono traslati e posizionati tra una vasca e la successiva per i necessari trattamenti, ad esempio il risciacquo ad acqua, l’asciugatura con forno ad aria ventilata, la protezione con idoneo prodotto anti ossidazione, il decapaggio tamponato con apposito detergente a basso ph e altri cicli e procedimenti di finitura necessari all’impianto di pulizia e finitura superfici.

L’ufficio tecnico è in grado di progettare macchine di lavaggio ultrasonoro equipaggiate di motori che azionano cesti rotanti a rotobarile e con agitazione tipo LIFTER con pistone alza – abbassa temporizzata e regolabile in velocità.
La serie rotante consente all’operatore di appoggiare i pezzi meccanici direttamente sul pianale di carico, il sistema provvede ad immergere il pianale con i pezzi sciolti o posizionati dentro a un cestello inox.

 

Robot lineari telecomandati 20kg, 30kg, 50kg, 80kg

automazione pulizia superfici

robot pulizia metalli

lavaggio automatico a ultrasuoni

Serie con agitazione LIFTER 30 – 300 KG
Nella fase di immersione un sistema a ruote in teflon trascina e chiude il coperchio vasca, riaprendolo quando scade il tempo impostato dall’operatore epr il ciclo di lavaggio a ultrasuoni. Nella risalita del pianale forato per non essere da barriera alle onde soniche, l’operatore deve scaricare gli oggetti puliti dal ripiano o dal cestello. Le macchine con Lifter System velocizzano in alcuni casi il processo di pulitura e sono richieste per pezzi pesanti di media volumetria, ad esempio 500x600x700 mm. al massimo.

La macchina Lift obbilgatoriamente deve essere dotata da noi o dal cliente di tutte le salvaguardie necessarie per le norme anti infortunistiche

· Zona di lavoro dedicata di opportuna dimensione segnata in giallo e con cartelli di avvertenza.
· Doppia barriera di fotocellule anti intrusione
· Doppio allarme e blocco di sicurezza
· Accensione, regolazione, tasti di on-off e di stop emergenza a distanza e non a bordo macchina
· Se richiesta, gabbia metallica forata e sportelli in plexi a copertura totale dei lati di accesso
· Finecorsa e sensori induttivi su tutte le aperture e chiusure e i cinematismi

Comandi a bordo macchina a due tasti di on-off che impegnano l’operatore (deve schiacciarli entrambi) su un Lifter non sono garanti che una terza persona possa mettere braccia e mani tra pianale in movimento e bordi vasca.

Le norme europee in questi casi richiedono che il produttore per primo e l’acquirente, per secondo, abbiano messo in atto tutte le possibili protezioni immaginabili e ponderabili, anche inaspettate, per evitare problemi e infortuni. Questo, adottando tutti i sistemi elettronici, fisici e meccanici adatti e innovativi a rendere l’installazione automatica sicura in ogni evenienza e a fronte di ogni potenziale problema tecnico, elettrico oppure anche dovuto alla inadempienza e distrazione del personale addetto.

Una macchina è perfettamente protetta e sicura in ottemperanza ai punti sopra elencati, due tasti rossi a bordo macchina e un allarme lampeggiante invece sono a vostro rischio e pericolo, quindi fate attenzione da chi state acquistando l’automazione e richiedete questi punti essenziali prima di concludere l’ordine.pulitura programmata

Per gli impianti lineari con moduli di trattamento accostati I nostri compatti e agili Robot telecomandati e con programmazione da tastiera per l’atuoapprendimento di posizioni, spostamenti e velocità sono la migliore soluzione per automatizzare con una struttura leggera e versatile la movimentazione e traslazione dei cestelli, cesti inox forati che vengono fabbricati in modo da essere agevolmente presi e rilasciati dal robot per semplice scostamento orizzontale e verticale.
Rendendo veloce e autonomo l’intero ciclo di carico e scarico materiali e dei tempi e tipo di immersione nelle macchine si eliminano definitivamente costi di manodopera e inteventi degli operatori, si migliorano i tempi produttivi, si può destinare il personale ad occuparsi della catena di produzione.
Per una impiantistica lineare multi ciclo con trattamenti di alta tecnologia i Robot digitali sono una ottima soluzione, programmati con tastierino e poi in fase oprativa telecomandati a distanza tramite con fotocellule di tipo intelligente e a infrarossi IR che posizionate sui lati del portale trasmettono l’intera programmazione della centralina a terra per via aerea, con le sequenze e i segnali necessari perchè il corpo del robot e la relativa asta telescopica si spostino, posizionando i cestelli in sequenza come da software precedentemente impostato durante l’installazione.robot digitali sistemi automatici

La programmazione software a schema di flusso consente le seguenti impostazioni
· Presenza e Carico del cestello
· Prima Vasca di Prelavaggio
· Seconda Vasca di Lavaggio Ultrasuoni
· Terza Vasca di risciacquo idrocinetico acqua -aria in pressione
· Quarta Vasca di risciacquo demineralizzato
· Quinta Vasca di dewatering o di asciugatura termoventilata
· Sesta Vasca di sterilizzazione a raggi ultravioletti
· Accensione e spegnimento ultrasuoni
· Agitazione lenta e veloce con durata settata
· Presa per presenza del carico (cestello pieno in zona su rulliera o fisso su tavola statica di carico)
· Scarico cestelli fuori vasca (in zona scarico su tappeti automatici ad esempio)
· Colloquio con sensori esterni per comando pompe, elettrovalvole, filtri, aspirazioni
· Regolazioni dei tempi, delle soste e delle attese con presa e gestione di altri cestelli mentre il primo è in fase di avanzato trattamento
· Gestionabile e interfacciabile con computer e logiche programmabili Siemens
· Gestione di allarmi, stop di emergenza, e dotato di blocco sull’asse orizzontale in caso di presenza in fase di traslazione (il braccio di un operaio può bloccare il robot)

Sono da aggiungere molti altri tipi di cicli trattamento superfici come la passivazione neutra, la brillantatura, decapaggio acido a medio ph, la molicotatura e altre opzioni di velocità, regolazioni di accelerazioni di alzata della barra telescopica e del corpo robot.
Le funzioni di comando di ingressi e uscite per sensori, allarmi, arrivo materiali dalle rulliere motorizzate e accensione ultrasuoni nelle vasche, sono gestite dalla centralina digitale che è dotata di una comoda interfaccia di programmazione, tastiera a terra e tastierino portatile come già detto.
Il software non richiede un lungo apprendimento perchè ha una interfaccia uomo – macchina con comandi facili da imparare e immettere nel programma. I programmi immessi possono anche essere intersecati e allacciati tra loro (interdipendenti a flusso) da personale più esperto o che abbia fatto pratica.

Questi versatili traslatori intelligenti sono impostabili per compiere posizionamenti con massima sicurezza e precisione grazie a varie accelerazioni e decelerazioni settabili dall’addetto.
Le automazioni robotiche lineari ULTRASUONI IE hanno il vantaggio di una modularità totale che rende facile installarli, ogni modulo di lavaggio, asciugatura e altro trattamento ha una propria carenatura e il robot ha un proprio telaio e portale: non viene serrato alle vasche e questo rende agevole anche la manutenzione.
Modularità delle macchine e del sistema robotico permettono massima semplicità alle installazioni e operazioni di montaggio e spostamento degli impianti.
Preferiamo dare massima qualità ed efficienza ai clienti, la nostra filosofia modulare nasce dalle esperienze fatte da produttori e clienti del passato, quando impianti pesanti e monoblocco con incorporata la parte robotica obbilgavano il cliente a sottostare a penalizzanti contratti di manutenzione programmata presso il suo stabilimento non potendo spostare impianti lunghi 10 metri e del peso di diversi quintali. La conoscenza dei problemi tecnici e manutentivi del settore Lavaggio Industriale ci ha fatto sviluppare automazioni e macchine ad ultrasuoni della massima semplicità modulare per dare al cliente autonomia e gestionalità.

Robot di traslazione e sollevamento pezzi

Impianti con ROBOT DIGITALE

Caratteristiche dei ROBOT sollevatori in linea, serie 20, 30, 50, 80 e 100 KG
Telaio in lega anodizzata con supporti a montaggio rapido.
Carrello a sbalzo su monorotaia o su birotaia a bassa tensione (48 Volts c.a. + terra)
Possibilità di memorizzare su RAM tamponata o EEPROM n. 64 cicli per vari tipi di lavaggio.
La memorizzazione viene fatta dall’operatore con il sistema di programmazione reale e apprendimento logico sul posto del microprocessore, il robot ripete il percorso che manualmente gli viene fatto eseguire la prima volta, con le istruzioni e comandi che gli sono stati inseriti. Ad ogni cambio di direzione può essere inserita un tempo di attesa breve oppure una sosta temporizzata.
Quattro livelli di velocità per ogni movimento, controllo mediante microprocessore delle rampe di accelerazione e decelerazione per un funzionamento in assoluta sicurezza senza scosse o vibrazioni.
Il Robot digitale a infrarossi gestisce i tempi che sono inseriti nel programma in modo reale (real time programming) con il metodo di posizione + inserisci tempo + vai alla prossima posizione, che è appunto l’autoapprendimento logico della macchina.
Sino a 32 Input – Output per il controllo degli elementi interni ed esterni all’impianto (temperatura dei bagni e dei forni, azione dei coperchi, nastri movimentatori dei cestelli, rulliere con motore, sensori e consensi a fotocellule anti-intrusione, finecorsa, gruppi filtranti, elettrovalvole, pompe di carico, pompe idrauliche di ricircolo.

Principali applicazioni Robot traslatori

Lavaggi nella meccanica leggera di aghi ipodermici, pezzi torniti, schede elettroniche, utensileria meccanica, chirurgici, protesi, pompe, valvole motori, elettrovalvole, carburatori, ruote dentate, ugelli di stampi per alluminio, filiere per cavi elettrici in gomma, valvole mitraliche, bisturi e osteosintesi in titanio per dentisti, tenute rotanti per pompe idrauliche.
Sgrassaggio in preparazione di successive lavorazioni, verniciature, galvanizzazioni, metallizzazioni sottovuoto e PVD, trattamenti indurenti, trattamenti termici in forno per punte da trapano e frese.
Lavaggi nelle lavorazioni della meccanica di precisione per strumentazione, ottica, elettronica, gioielli, chimica e farmaceutica.

Cicli di lavoro automatico Pluristadio e Multivasche
· Lavaggio con ultrasuoni in detergente biodegradabile caldo (senza alcalini)
· Lavaggio con ultrasuoni in detergente neutro caldo (senza fosfati aggiunti)
· Risciacquo in acqua corrente a riciclo con gruppo pompa filtro
· Neutralizzazione in bagno acido tamponato (nuova formula a medio tenore di PH)
· Risciacquo in acqua demineralizzata extra pura
· Doppia asciugatura in aria calda ventilata e microfiltrata a carbone attivo
· Sterilizzazione a ultravioletti
· Dewatering interoperazionale
· Altri trattamenti speciali

Principali caratteristiche

· A differenza di altri macchinari i coperchi sono aperti e chiusi dal robot, non servono pistoni pneumatici o elettrici muniti di finecorsa supplementari e l’operaio non deve chiudere i coperchi a fine lavoro
· Motori in corrente continua con limitatori di coppia e frizione per rampe di accelerazione e decelerazione
· Frizione di blocco anti urto operai (legge 626) e sicurezza di traslazione (perdita cesto)
· Trasmissione dei dati con doppia fotocellula a infrarossi di tipo stagna e industriale (anti interferenze)
· Certificazioni: ex 626/94 (Sicurezza Lavoro) e norma CE N. 89/336/CEE (Compatibilità elettromagnetica)
· Tutte le certificazioni delle protezioni e dei criteri di protezione secondo le Norme CE

Impianti automatici a tunnel con ultrasuoni, spruzzatura e asciugatura

Nel caso di impianti a Tunnel di lavaggio con detergenti, ultrasuoni, spruzzi progettiamo cabinati con trascinamento a tappeto metallico o in gomma per i settori delle posaterie, pentole, casalinghi, ingranaggi meccanica e parti metalliche per elettronica, elettrodomestici, frigoriferi e lavatrici.
I tunnel ULTRASUONI IE non sono modulari ma sono comunque studiati per rendere veloci e semplici le fasi di motaggio, installazione e messa in servizio. I tunnel hanno carenatura ispezionabile in modo agevole, i comandi sono progettati da ingegneri specializzati, montaggio e collaudi affidati a nostri tecnici esperti. I tunnel, le elettrovalvole, le pompe di carico spruzzi e riempimento vasca, i galleggianti di controllo livello, i sensori di presenza pezzi e fine corsa, e ogni automatismo è comandato da logica programmabile il cui software gestionale è curato da nostri programmatori professionali con 20 anni di esperienza.

Gli impianti di lavaggio in continuo tunnel sono equipaggiati con
· zona di carico a tappeto
· stadio di prelavaggio a spruzzo con acqua calda e detergente base tensioattiva
· stadio di immersione in ultrasuoni con acqua calda e detergente ecologico
· stadio di risciacquo ad acqua filtrata o demineralizzata
· vasca interna di passivazione oppure decapaggio
· vasca di protezione o brillantatura superficiale
· stadio di prima asciugatura tiepida ventilata
· stadio finale di asciugatura calda ventil forzata
Il sistema di lavaggio può essere corredato di:
· Motori a velocità variabile controllata, per regolare i passi e le velocità di avanzamento
· Serbatoio di filtrazione a osmosi inversa con ricircolo costante acqua
· Demineralizzatore elettronico ricaricabile
· Termoregolazione digitale di ogni stadio caldo
· Cestelli e posizionatori pezzi sagomati
Automazioni guidate senza carico e senza peso attivo Versioni di Movimentazioni fattibili per l’officina meccanica con costi ridotti sono quelle con i sollevatori e manipolatori passivi che permettono il facile carico e scarico dei cestelli, il loro posizionamento nella vasche e lo svuotamento facilitato cesti dai pezzi lavati in assenza di alcun sforzo da parte dell’operaio, è sufficiente imporre la direzione che si vuole con una mano per avere movimento, senza la fatica di dover sollevare pesi dei pezzi metallici da fresatura e lappatura con pastelle al rubino.

Portali con carrello elettromeccanico a doppia velocità con portata 250 KG Ottima soluzione per l’officina, i nostri portali consentono una facile traslazione con pulsantiera ergonomica di piccoli come di medio -grandi pezzi metallici sopra gli impianti.Consigliati nel lavaggio stampi e in attrezzeria e nel reparto di manutenzione meccanica impronte.Abbiamo disegni e progetti con caratteristiche di serie che ci permettono consegne rapide dell’impiantistica con sollevamento motorizzato, telaio, portale e accessori di montaggio.
Automazioni rulliere e robots cartesiani

Nella foto vediamo un impianto con doppia rulliera motorizzata con motori elettronici e robot cartesiano a più assi gestiti con software 3D.
Vasche singole e impianti ROBOT LIFT con sollevamento alza abbassa

I pezzi ingombranti e molto grossi e il cestello porta minuterie meccaniche sono caricati su una piattaforma che si trova all’altezza del bordo vasca, questa scende automaticamente in posizione di lavaggio con gli ultrasuoni, dentro nel liquido all’interno vasca, azionando anche tempi di agitazione verticale ed orizzontale.In combinazione con l’energica azione degli ultrasuoni viene aggiunto un movimento dolce regolabile dall’operatore di su e giù a stantuffo che agevola la fuoriuscita dei residui solidi, sfrido grossolano e olio da foratura, dalle parti più interne e nascoste dei pezzi lavorati a tornio e a controllo numerico.Questa automazione impianti viene indicata per lavare parti di meccanica pesante e stampi o come motori, gruppi idraulici e pnuematici, testate motori navali e automobili.
Trasportatori Passo Passo sistema di traslazione e sollevamento a Passo Pellegrino

Caratteristica fondamentale del Passo Passo è il sollevamento con traslazione contemporanea di tutti cestelli, ognuno entra e esce insieme agli altri, ognuno posizionato in un dato momento sopra una sola delle vasche di sgrassatura.

Ha una ottima produttività e presenta notevole semplicità nel ciclo di programmazione e gestione in quanto ripete continuamente pochi ed elementari movimenti e posizioni d’asse.

E’ costituito da una catenaria orizzontale e da due soli motoriduttori in normalissima corrente alternata trifase. Il comando avviene con un piccolo PLC.

Rotolift – Impianti di lavaggio a ultrasuoni con cestelli rotanti tipo rotoburatto

agitazione lavaggiLe lavatrici ULTRASUONI IE a cestelli rotanti sono progettate per lavaggi di scarsa precisione su minuteria metallica che in genere anche se fatta ruotare non ha nessun problema di strisciamento o paccatura. Si usava molto negli anni 80 per togliere olio e grassi di lavorazione come pure piccoli residui di truciolo.

Come funziona il lavaggio posizionato rotante con alzata tipo Rotolifter

La cavitazione degli ultrasuoni combinata con una lenta rotazione dei prodotti da pulire permette il lavaggio nelle parti interne come fori ciechi, fori e filettature ottenute con la lavorazione a foratura profonda, sottosquadra, bullonerie, dai e viti, superfici con sagome complesse ma comunque grezze o insensibili alla rotazione e al pericolo di eventuali toccature con altro pezzi posti nel cestello roteante.

Anche se la rotazione ad immersione attutisce (in parte) gli urti non è idonea a preservare le bottature tra più pezzi metallici se questi, specialmente, presentano sagome delicate, filettature esterne molto fini, finitura superficiale da lappatrice e altro ancora. Il buratto ha una piattaforma che sale e scende ed è presa dal gancio del Robot Digitale. Segue nel ciclo una azione di su e giù di lavaggio a stantuffo per detruciolare oltre alla rotazione continua del cesto.

Gli impianti automatici hanno un alto contenuto tecnologico, programmazione e controllo computerizzato di robot, traslatori e motori rendono il sistema di lavaggio interamente automatizzato per cui all’addetto rimane il solo compito di togliere e mettere i cestelli e i rotoburatti sul pianale in acciaio di carico materiale.Nella versione con rulliere motorizzate l’impianto elimina anche questa operazione manuale.

Robot antropomorfi a 9 assi per isole di lavaggio complete

Con i nostri partner aziendali di elevato standard nel settore automation, possiamo progettare standard elevati su misura e allestire presso le aziende isole di pulizia ultrasonica molto agevoli ed efficienti, conformi alle normative di sicurezza e alle esigenze tecnologiche di ogni produzione.Software professionale dedicato ai posizionatori ortogonali multiasse serie ROBOTIC L’ufficio tecnico utilizza software di programmazione sempre aggiornati per garantire massima efficienza nello studio e nella fabbricazione della automazione e robotica prodotta per le seigenze di lavaggio e finitura superfici interamente automatizzato.
Soluzioniamo le tue esigenze di lavaggio automatico e robotica dedicata al lavaggio con il supporto di tecnici con anni di esperienza professionale e centinaia di sistemi di automazione e robotica realizzata.
Il nostro staff tecnico è composto di ingegneri e periti specializzati da anni nel proporre soluzioni innovative, le migliori macchine ad ultrasuoni e impianti modulari di lavaggio industriale idonei alle esigenze di automazione, rotazione, sollevamento, posizionamento, trasporto pezzi e cestelli.

© Ultrasuoni industrial Engineering Company